La storia e le immagini della storia. Prospettive, metodi, ricerche.pdf

La storia e le immagini della storia. Prospettive, metodi, ricerche PDF

Il rapporto tra immagini e storia, nella duplice prospettiva dello studio delle immagini come documenti del passato e del loro ruolo nellambito della ricostruzione di avvenimenti storici, rimanda a una tradizione consolidata e variegata, a partire dagli studi di Haskell sulla funzione delle testimonianze visive come fonti storiche e chiavi di accesso a epoche remote. Ed è lungo tale sentiero che il volume vede intrecciarsi gli interessi di storici della cultura, storici della società e della politica, e storici dellarte in senso stretto, nel comune intento di confrontare e far convergere i diversi filoni di ricerca. Il risultato di questo esperimento è un testo nel quale le singole discipline dialogano costantemente, nel continuo sforzo di affinare i differenti attrezzi del mestiere, al di là di ogni steccato: lunica linea guida del percorso è, volutamente, il parametro cronologico, in un arco temporale che va dal tardo medioevo alla contemporaneità.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 3.45 MB
ISBN 8867285068
AUTOR M. Provasi, C. Vicentini (a cura di)
DATEINAME La storia e le immagini della storia. Prospettive, metodi, ricerche.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 04/05/2020

La storia e le immagini della storia. Prospettive, metodi, ricerche è un libro a cura di M. Provasi , C. Vicentini pubblicato da Viella nella collana I libri di Viella: acquista su IBS a 37.10€! La storia e le immagini della storia. Prospettive, metodi, ricerche, Libro. Sconto 5% e Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Viella, collana I libri di Viella, brossura, data pubblicazione gennaio 2016, 9788867285068. Il rapporto tra immagini e storia, nella duplice prospettiva dello studio delle immagini come documenti del passato e del loro ruolo nell’ambito della ricostruzione di avvenimenti storici, rimanda a una tradizione consolidata e variegata, a partire dagli studi di Haskell sulla funzione delle testimonianze visive come «fonti storiche e chiavi di accesso a epoche remote».Ed è lungo tale