La battaglia di Anghiari. Il giorno che salvò il Rinascimento.pdf

La battaglia di Anghiari. Il giorno che salvò il Rinascimento PDF

Universalmente nota, la battaglia di Anghiari vive tuttavia nella memoria collettiva solo grazie al celebre affresco perduto di Leonardo, non attraverso i libri di storia, che spesso la ignorano. Eppure limportanza decisiva di questa battaglia non era sfuggita ai contemporanei e ai capi della Repubblica fiorentina in primis, che proprio a Leonardo, nel 1502, affidarono il compito di celebrarla con un affresco di grandi dimensioni, dipinto su una parete di Palazzo Vecchio a Firenze. In un caldissimo giugno del 1440, lesercito fiorentino, dopo mesi di scontri con lesercito milanese, conseguì una sorprendente vittoria sulle pendici della collina dAnghiari. La battaglia segnò la fine dei piani espansionistici dei Visconti, signori di Milano. Fu il giorno che salvò il Rinascimento. Niccolò Capponi affida a La battaglia di Anghiari una sua autentica riscoperta storiografica, offrendo ai lettori una descrizione non solo delle ore cruente e drammatiche del conflitto, ma di tutti i risvolti politici, diplomatici, culturali di questo memorabile evento. E, nello sfondo del racconto storico, ricorre costantemente la somma figura di Leonardo, con lenigma impenetrabile del suo affresco perduto.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 7.63 MB
ISBN 8856503360
AUTOR Niccolò Capponi
DATEINAME La battaglia di Anghiari. Il giorno che salvò il Rinascimento.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 03/04/2020

La battaglia di Anghiari. Il giorno che salvò il Rinascimento Capponi Niccolò, 2011, Il Saggiatore: Anghiari 29 giugno 1440. La battaglia, l'iconografia, le compagnie di ventura, l'araldica Predonzani Massimo, 2010, Il Cerchio: La vita quotidiana di un campo di concentramento fascista. Ribelli sloveni nel querceto di Renicci-Anghiari (Arezzo) 21/02/2011 · Fu il giorno che salvò il Rinascimento. Niccolo Capponi affida a La battaglia di Anghiari una sua autentica riscoperta storiografica, offrendo ai lettori una descrizione avvincente e irrinunciabile non solo delle ore cruente e drammatiche del conflitto, ma di tutti i risvolti politici, diplomatici, culturali di questo memorabile evento. Il giorno che salvò il Rinascimento”. I fiorentini, a perpetua memoria della vittoria, commissionarono a Leonardo da Vinci una sessantina di anni dopo, agli albori del XVI secolo, di affrescare la parete destra del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio con un affresco raffigurante la “Battaglia d’Anghiari”.