Alcune postille sulle lingue dei valdostani.pdf

Alcune postille sulle lingue dei valdostani PDF

Tre saggi, di cui uno scritto apposta per questo opuscolo, in cui Tullio Omezzoli condensa la sua ricerca trentennale sul rapporto tra lingua e società in Valle d’Aosta. Omezzoli non nasconde la sua inclinazione “viscerale” per la francofonia valdostana, e ne fa il punto di partenza di una riflessione pacata, che mette in dubbio, alla luce del buon senso comune, i presupposti ideologici che condizionano il dibattito sulla politica linguistica del secondo dopoguerra.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 3.47 MB
ISBN 8887214026
AUTOR Tullio Omezzoli
DATEINAME Alcune postille sulle lingue dei valdostani.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 09/02/2020

Storia. La Valle d'Aosta fu la prima amministrazione al mondo ad adottare la lingua francese come idioma ufficiale (1536), tre anni prima della Francia stessa.. L'italiano divenne ufficiale nel 1861 a seguito della costituzione del Regno d'Italia. Il francese fu bandito durante il fascismo.Secondo l'ultimo censimento della popolazione italiana, messo in atto nel 1921, l'88% dei Valdostani è Valdostani. Le biografie di alcuni valdostani, più o meno noti, si possono consultare nella sezione Curiosità dove trovate anche informazioni su stemma, bandiera e inno della Valle d'Aosta. Informazioni sull'artigianato tipico e sulle specialità alimentari locali si trovano nella sezione Prodotti tipici.