XXVI Rapporto Immigrazione 2016. Nuove generazioni a confronto.pdf

XXVI Rapporto Immigrazione 2016. Nuove generazioni a confronto PDF

Sono oltre 5 milioni le persone di cittadinanza non italiana presenti in Italia a cui, di recente, si accompagna un crescente numero di giovani richiedenti asilo e rifugiati, in fuga dai loro paesi dorigine. Riconoscere e valorizzare questa presenza è fondamentale per la comprensione dellattualità e per la storia del domani che vogliamo scrivere dando testimonianza del lavoro di quanti dedicano professionalità e responsabilità al dialogo con lalterità, sensibilizzando la società civile e creando nuove sintesi che cercano di illuminare un periodo storico segnato dallincertezza, dallineguaglianza, dallingiustizia e dalla violenza. La sempre più numerosa presenza di giovani e giovanissimi di origine non italiana ma nati o venuti nel nostro Paese con i genitori o al loro seguito, o arrivati addirittura da soli, chiama la Chiesa a unattenzione particolare nei loro confronti. Vulnerabili tra i più vulnerabili, a loro è stata dedicata anche la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato a gennaio 2017 sottolineando quanto sia indispensabile potenziare la ricchezza, umana e culturale, da essi rappresentata in una lungimirante ottica futura.

HERUNTERLADEN

ONLINE LESEN

DATEIGRÖSSE 8.13 MB
ISBN 8862446098
AUTOR Fondazione Migrantes, Caritas italiana (a cura di)
DATEINAME XXVI Rapporto Immigrazione 2016. Nuove generazioni a confronto.pdf
VERöFFENTLICHUNGSDATUM 05/03/2020

I cittadini stranieri residenti nella città di Catania sono 12.982, il 3,1% della popolazione. Stilato il XXVI Rapporto Immigrazione 2016 della Caritas CARITAS E MIGRANTES XXVI RAPPORTO IMMIGRAZIONE 2016 Nuove generazioni a confronto Sono oltre 5 milioni le persone di cittadinanza non italiana presenti in Italia da più o meno anni, a cui – di recente – si accompagna un crescente numero di giovani richiedenti asilo e … INDICE. Introduzione. RAPPORTO IMMIGRAZIONE 2016: Nuove generazioni a confronto. S.E. mons. Gian Carlo Perego e mons. Francesco Soddu ...